DOTT.SSA GIULIA CASTELLETTI

Psicologa PhD Musicoterapeuta

Sono Giulia Castelletti, Psicologa, iscritta all’Albo A dell’Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi del Veneto. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Psicologia con votazione 110/110 in Neuroscienze e Riabilitazione Neuropsicologica, presso l’Università di Trento, presentando una tesi sperimentale sulla rilevazione dell’effetto della musicoterapia per la diminuzione dello stress in bambini e adolescenti con Disturbi dello Spettro Autistico attraverso l’analisi dei livelli di cortisolo, relatrice Prof.ssa Paola Venuti. L’interesse per la relazione tra cervello e musica mi ha condotto ad un progetto di ricerca nell’ambito delle neuroscienze e musica presso il laboratorio BRAMS, International Laboratory for Brain Sound and Music (Montreal, Canada), sotto la supervisione di Prof.ssa Isabelle Peretz e Prof. Ben Zendel e allo studio presso l’Universitè de Montreal e McGill University.

Ho svolto attività di formazione presso l’Università di Padova, Bologna, Ferrara, Milano, Montreal (Canada), Trento.

Dopo gli studi musicali presso il Conservatorio “F.A. Bonporti” di Trento, Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza e Conservatorio “C. Pollini” di Padova, ho conseguito la specializzazione di Musicoterapia presso l’Università “Jean Monnet”di Bruxelles, tesi “Neuroscienze e prospettive Musicoterapiche”, relatore Prof. Alessio Surian. Mi sono perfezionata in “Musicoterapia in Neurologia” presso l’Università degli Studi di Ferrara e al corso di perfezionamento in “Teoria e pratica della cognizione musicale” presso l’Università degli Studi di Pavia e Accademia Teatro della Scala.

Lo studio della psicologia, della relazione mente e cervello e l’integrazione anche con le scienze comportamentali, mi ha condotta ad un periodo formativo, di lavoro e di ricerca presso l’Università di Chieti-Pescara.

Nel 2020 ho conseguito il titolo di Dottore di ricerca al Dipartimento di Neuroscienze, Imaging, Scienze Cliniche, Università di Chieti-Pescara.

Vedi cv completo

Formazione

Ho trascorso periodi di formazione e collaborazione presso: Università, Facoltà di Medicina e Psicologia di Padova, Facoltà di Scienze dell’Educazione e della Formazione Alta Mater Studiorum Università di Bologna, Università degli Studi di Ferrara, Università degli Studi di Pavia, Facoltà di Psicologia di Trento, Université de  Montreal e McGill University (Canada), Dipartimento di Neuroscienze, Imaging, Scienze Cliniche dell’Università di Chieti-Pescara; ho studiato in Conservatori di musica “F.A. Bonporti”(Trento), “A. Pedrollo” (Vicenza), “Cesare Pollini”, (Padova).
Il percorso di formazione interdisciplinare che ho intrapreso e la passione per l’esperienza umana mi ha portato a guardare la persona nella sua complessità dagli
aspetti neuroscientifici e fisiologici, al comportamento e alla relazione.

Mi sono laureata in Psicologia, all’indirizzo Neuroscienze e Riabilitazione Neuropsicologica con il massimo dei voti presso l’Università di Trento, dove ho condotto una ricerca sperimentale con l’obiettivo di valutare l’influenza della Musicoterapia con bambini e ragazzi con Disturbo dello Spettro Autistico. Nel 2020 ho ottenuto la qualifica di Dottore di Ricerca, presso l’Università di Chieti-Pescara, dove mi sono occupata di ricerca principalmente allo studio della relazione madre-bambino.

Il mio percorso formativo si è focalizzato in particolar modo sulla relazione tra musica e cervello e le possibili applicazioni in ambito terapeutico e riabilitativo.

Dopo gli studi musicali presso il Conservatorio di Trento “F.A. Bonporti”, Conservatorio di Vicenza “A. Pedrollo” e Conservatorio di Padova “C. Pollini”, motivata dalla passione della psicologia e della musica ho conseguito la Specializzazione in “Musicoterapia”, presso l’Université Européenne “Jean Monnet” di Bruxelles.

Ho deciso di approfondire gli studi approfondendo la relazione tra cervello e musica iscrivendomi al corso di perfezionamento in “Musicoterapia in Neurologia” presso l’Università degli Studi di Ferrara e al corso di perfezionamento in “Teoria e pratica della cognizione musicale” presso l’Università degli Studi di Pavia e Accademia Teatro della Scala. Ho completato questo percorso con un periodo di formazione e stage presso il laboratorio BRAMS (International Laboratory for Brain, Music, Sound Research) e studio presso l’Università de Montreal e Mc Gill University a Montreal, Canada.

Ho conseguito la laurea in Educatore Professionale presso l’Università di Padova, Scuola di. Medicina e Chirurgia, classe delle lauree in Professioni sanitarie della riabilitazione al fine di acquisire conoscenze in campo medico, pedagogico e psicologico, competenze nella progettazione, nel settore della prevenzione, della cura e della riabilitazione e le competenze necessarie per operare in équipe multidisciplinari.

Ricerca

Per la laurea magistrale ho condotto una tesi di ricerca sperimentale su un campione di bambini e ragazzi con Disturbo dello Spettro Autistico con l’obiettivo di studiare l’Alfa-amylase (SAA) come indicatore dell’effetto del trattamento musicoterapico nell’autismo. I risultati preliminari di questo studio sono stati molto interessanti e promettenti ed hanno permesso il progresso scientifico attraverso il sostegno dell’utilizzo di questo specifico intervento terapeutico.

Ho collaborato in alcuni proge0 di ricerca scientifica SOUNDABILITY (ricerca di nuovi protocolli di interventi riabilitativi delle disabilità neuromotorie e mentali); “Il raggio del Suono-espressività per la disabilità” e alla realizzazione del musical “Twinkle” con l’utilizzo del Soundbeam presso CRAMS (Centro di ricerca arte musica e speBacolo) in collaborazione con l’Istituto scientifico IRCCS- Medea (La Nostra Famiglia Bosisio Parini, Lecco); progetto “Interventi precoci”: trattamento tempestivo ed intensivo della psicosi all’esordio (Bolzano); “Preventiva-mente” promozione alla salute mentale nelle scuole superiori (Bolzano).

Convegni internazionali e nazionali arricchiscono le mie conoscenze in particolare modo nell’ambito della neuroscienze e musica e della psicologia dello sviluppo. Ho svolto un periodo di studio presso Universitèe de Montreal e McGill University e a0vità di ricerca presso il laboratorio BRAMS
(International Laboratory for Brain, Music, Sound Research) Montreal, Canada sotto supervisione di Prof.ssa Isabelle Peretz e Benjamin Zendel.

Vincendo il concorso di Dottorato ho intrapreso la via della ricerca dove ho continuato ad interessarmi di processi cognitivi e affe0vi legati al comportamento e alla natura sociale, nonché la concezione relazionale del linguaggio. Ho svolto a0vità di ricerca presso l’Università degli Studi di Chieti, producendo pubblicazioni scientifiche.

Grazie anche al lavoro svolto presso il Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo all’Università di Chieti-Pescara, mi sono dedicata allo studio degli aspetti più musicali del linguaggio; in particolare il modello linguistico che l’adulto fornisce al bambino (Infant-directed speech) nelle prime fasi della comunicazione madre- bambino.

Gli esseri umani comunicano affetti ed intenzioni soprattutto attraverso le caratteristiche melodiche del linguaggio, e solo secondariamente, attraverso il lessico; il percorso di dottorato ha consentito di acquisire una maggior consapevolezza di tali aspe0 e di fare ricerca su essi.
Ho concluso il Dottorato di ricerca nel 2020, titolo della tesi “L’Infant-Directed speech nella lingua italiana: caratteristiche lessicali, sintattiche e prosodiche e l’effetto della prosodia del linguaggio nell’adulto”.

Pubblicazioni:

  • Infant-directed speech as simplified but not simple register: a longitudinal study on lexical and syntac3c features, Journal of Child Language, JCL-09-18-140.
  • Is Infant Directed Speech influenced by interactive context? An Italian study.

Sottomesso online, in Language and Speech.

Progetti di ricerca

Convegni internazionali arricchiscono le mie conoscenze in particolar modo nell’ambito della psicologia dello sviluppo grazie anche allavoro svolto presso il Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo all’Università di Chieti-Pescara.

Nello specifico, mi sono dedicata allo studio degli aspetti più musicali del linguaggio; ho studiato

soprattutto il modello linguistico che l’adulto fornisce al bambino (Infant-directed speech), nelle prime fasi della comunicazione madre-bambino.

Gli esseri umani comunicano affetti ed intenzioni soprattutto attraverso le caratteristiche melodiche del linguaggio, e solo secondariamente, attraverso il lessico; questo percorso ha consentito di acquisire una maggior consapevolezza di tali aspetti.

Ho concluso il Dottorato di ricerca nel 2020, titolo della tesi “L’Infant-Directed speech nella lingua italiana: caratteristiche lessicali, sintattiche e prosodiche e l’effetto della prosodia del linguaggio nell’adulto”.

Pubblicazioni:

  • Infant-directed speech as simplified but not simple register: a longitudinal study on lexical and syntactic features, Journal of Child Language, JCL-09-18-140.
  • Is Infant Directed Speech influenced by interactive context? An Italian study.

Sottomesso online, in Language and Speech.

Durante la laurea magistrale mi sono occupata di autismo ed ho lavorato ad un progetto di tesi sperimentale studiando l’Alfa-amylase (SAA) come indicatore dell’effetto del trattamento musicoterapico nell’autismo. I risultati preliminari di questo studio sono stati molto interessanti e promettenti ed hanno permesso il progresso scientifico attraverso l’utilizzo di questo specifico intervento.

Presentazioni a convegni e congressi

  • Fasolo Mirco, Logrieco Maria Grazia, Castelletti Giulia, Romano Martina, Nicolì Ilaria, Spinelli Maria (2019) Parlatori precoci, tardivi e tipici: quale relazione con le abilità interattive nel primo anno di vita? XXXII Congresso Nazionale AIP-Sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione 23-25 Settembre, Napoli. Dipartimento di Neuroscienze, Imaging e Scienze cliniche, Università degli studi “G. D’Annunzio Chieti-Pescara”.
  • Fasolo Mirco, Cerratti Paola, Nicolì Ilaria, Romano Martina, Castelletti Giulia, Logrieco Maria Grazia, Spinelli Maria, (2019) L’identificazione precoce dei ritardi linguistici: l’utilizzo della ripetizione di frasi. XVIII Congresso AIRIPA 2019, Ferrara, 27-28 settembre. Dipartimento di Neuroscienze, Imaging e Scienze cliniche, Università degli studi “G. D’Annunzio Chieti-Pescara”.
  • Castelletti G., Spinelli M., Guidotti R., Fasolo M., (2019) L’influenza del contesto sulle caratteristiche dell’IDS rispetto all’ADS. Giornate CLASTA 2019, 10-11 Maggio. Dipartimento di Neuroscienze, Imaging e Scienze cliniche, Università degli studi “G. D’Annunzio“ Chieti-Pescara.
  • Genovese G., Castelletti G. (2018) Prosodia e pragmatica dell’infant-directed speech nel primo anno di vita. XXXI Congresso Nazionale AIP sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione, 17-19 Settembre. Dipartimento di Psicologia, Università degli Studi di Milano-Bicocca; Dipartimento di Neuroscienze, Imaging e Scienze cliniche, Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara.
  • Genovese, G., Leonor J., Spinelli M., Castelletti G., Fasolo M., Falk, S., Franco F.  (2017) Infant-directed song, “Perceptual narrowing” e sviluppo lessicale. Giornate CLASTA 2017, 18-19 Maggio. Università degli studi di Milano-Bicocca, Middlesx University London, Università degli studi G. D’Annunzio Chieti-Pescara.
  • Genovese, G., Romero Lauro, Leonor J., Spinelli, M., Castelletti, G., Fasolo, M., Falk, S., Franco, F.  (2017) Sing for me, mama! The role of singing in the early stages of language acquisition.  International summer school: Music, Language and Cognition, Univeristà degli studi di Milano-Biccocca, Università degli studi G. D’Annunzio Cheti-Pescara, Universitè Sorbonne Paris 3, Middlesex University London.
  • Fasolo, M., Spinelli, M., Genovese, G., Castelletti, G. Aureli, T. Il ruolo della prosodia dell’Infant-directed speech materno nello sviluppo del bambino: uno sguardo sul complesso sistema dell’interazione diadica. Giornate CLASTA (2017), 12-13 Maggio (presentazione orale).
  • Genovese, G., Romero Lauro, L.J., Spinelli, M., Castelletti, G., Fasolo, M., Falk, S., Franco, F. (2017). Il ruolo del canto materno nelle prime fasi di acquisizione linguistica. Giornate CLASTA 2017, 12-13 Maggio. Università degli studi di Milano-Bicocca, Middlesx University London, Università degli studi G. D’Annunzio Chieti-Pescara.

Lavoro sul territorio

Ho collaborato con varie Associazioni ed Enti territoriali a Verona, Trento, Bolzano, Padova dove ho svolto interventi psico-educativi e riabilitativi individualizzati e di gruppo, interventi domiciliari e interventi con la musicoterapia, interventi di sostegno scolastico e potenziamento cognitivo e sostegno psicologico.

Svolgo il mio lavoro con passione e dedizione, consapevole che ogni persona deve essere accolta nella propria unicità con attenzione e sensibilità.
Attualmente collaboro con la Fondazione Mamo Education Foundation, l’Istituto Superiore “Ettore Bolisani” come insegnante di sostegno e con la Consulta Giovani presso l’Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi del Veneto.

Mi occupo di percorsi di consulenza, sostegno psicologico e potenziamento delle proprie risorse, intervento musicoterapico rivolti in particolare al singolo.

MAMO EDUCATIONAL FONDATION.

Collaboro con la Fondazione MAMO EDUCATIONAL FONDATION. L’obiettivo della fondazione è quello di fornire un supporto alle persone per la crescita personale, sostenendo progetti volti a sviluppare le competenze sociali, attitudinali e professionali necessarie a raggiungere il pieno potenziale personale e professionale. La Fondazione si impegna a sviluppare e sostenere progetti finalizzati all’educazione, all’istruzione alla formazione professionale, ricerca scientifica di particolare interesse sociale.

ORDINE DELLE PSICOLOGHE E DEGLI PSICOLOGI DEL VENETO

Sono membro presso la Consulta Giovani dell’Ordine delle Psicologhe e Psicologi Regione Veneto. La Consulta Giovani ha l’obie0vo di favorire il coinvolgimento a0vo e responsabile dei giovani e delle giovani iscritte all’Albo nella vita e nell’attività dell’Ordine.
La Consulta Giovani si fa portavoce, presso il Consiglio e, tramite questo, presso tutta la comunità professionale, delle problematiche dei giovani iscritti, delle loro opinioni e delle loro proposte.

SINEPSIP, Società Italiana di Neuropsicopatologia.

Sono socia della SINEPSIP – Società Italiana di Neuropsicopatologia. La mission dell’Associazione è l’approfondimento scientifico e clinico della neuropsicopatologia.

OSPEDALE DELLA DONNA E DEL BAMBINO, AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA, VERONA

Come clinico in formazione mi occupo di valutazione psicodiagnostica tramite l’utilizzo di test psicologici, scale psicopatologiche, scale di valutazione neuropsicologica, redazione delle relazioni conclusive e riassuntive dell’osservazione clinica, collaborazione al progetto di ricerca PDTAE

Sul territorio ho lavorato con diverse strutture tra cui “La Nostra Famiglia” e Cooperativa Sociale “La Rosa Blu”, (Padova) dove mi sono occupata di attività indirizzate alla riabilitazione di quadri patologici di estrema gravità e di rischio psicopatologico, di abilità comunicative e sociali delle persone con disabilità, interventi psico- educativi e riabilitativi individualizzati e di gruppo, sviluppo delle autonomie (personali, sociali, comunica3ve), progettazione di interventi terapeutici.

Ho svolto interventi domiciliari (“Associazione Autismo”, Padova; “IRIFOR”, Trento), interventi nel contesto scolastico con disturbi dell’apprendimento e disabilità visive (“IRIFOR”, Trento); progetti ed interventi musicoterapici (Bolzano e Rovereto); interventi informativi e divulgativi presso enti pubblici (Azienda Ospedaliera, Bolzano; Università “G. D’Annunzio di Chieti Pescara”, Convegni Nazionali e Internazionali).

Inoltre ho collaborato per la divulgazione di contenuti riguardanti la psicologia e l’ambito dell’economia comportamentale con il blog economiacomportamentale.it della Sezione di Economia Comportamentale e Neuroeconomia del Dipartimento di Neuroscienze, Imaging e Scienze cliniche dell’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara.

Nel lavoro con bambini e adolescenti nell’ambito della psicopatologia ho prestato servizio presso l’Ambulatorio specialistico per la salute psicosociale dell’età evolutiva presso il Reparto di Psichiatria dell’Età Evolutiva (Bolzano); mi sono occupata di sostegno psicologico, valutazioni funzionali e psicodiagnostica, così come presso il Laboratorio di Osservazione e Diagnosi Funzionale (Dipartimento di Scienze Cognitive e Formazione, Università di Trento).

Nell’ambito dell’età adulta e della riabilitazione ho lavorato presso il centro di Riabilitazione psichiatrica (Azienda Sanitaria di Bolzano) dove mi sono occupata di supporto e sostegno psicologico alla persona, interventi riabilitativi e neuropsicolgici.

Ho collaborato a proge0 di ricerca scientifica SOUNDABILITY (ricerca di nuovi protocolli di interventi riabilitativi delle disabilità neuromotorie e mentali); “Il raggio del Suono-espressività per la disabilità” e alla realizzazione del musical “Twinkle” con l’utilizzo del Soundbeam presso CRAMS (Centro di ricerca arte musica e spettacolo) in collaborazione con l’Istituto scientifico IRCCS- Medea (La Nostra Famiglia Bosisio Parini, Lecco); progetto “Interventi precoci”: trattamento tempestivo ed intensivo della psicosi all’esordio (Bolzano); “Preventiva-mente” promozione alla salute mentale nelle scuole superiori (Bolzano).

CRESCITA

Amo scoprire, continuo ad ampliare il mio bagaglio di competenze interdisciplinari, coniugando in un quadro teorico unitario i più recenti sviluppi nell’ambito delle neuroscienze, della psicologia sperimentale, della psicopatologia e della psicologia dello sviluppo.