Psicologa online

DOTT.SSA GIULIA CASTELLETTI

PSICOLOGA MUSICOTERAPEUTA DOTTORE DI RICERCA

Lo sviluppo delle tecnologie di comunicazione a distanza consente interventi di e-health di carattere psicologico. L’intervento psicologico on line si adatta alle diverse esigenze delle persone. Le nuove tecnologie di comunicazione digitale svolgono una funzione ausiliare, di supporto, di mediazione, facilitando – perché ne azzerano le distanze – la possibilità di esercizio.

I colloqui psicologici avverranno da pc o smarthphone tramite Skype o WhatsApp. 

I motivi per cui richiedere il servizio online possono essere diversi, ma con i giusti accorgimenti è possibile condurre un colloquio ugualmente efficace quanto un colloquio psicologico tradizionale.

Vantaggi

Le prestazioni psicologiche online nel mondo sono una pratica diffusissima e con un ampio tasso di diffusione, ma quali potrebbero essere i benefici di questo rivoluzionario approccio alla cura?

Un vantaggio indiscutibile connesso all’uso delle nuove tecnologie è la capacità di azzerare le barriere architettoniche e quindi di essere un validissimo strumento di assistenza e intervento in particolare per le persone con problematiche legate alla mobilità, ma ciò è altrettanto vero per le persone che vivono in zone remote e con difficoltà di raggiungere dei centri di interesse. O ancora a tutte quelle persone per le quali la richiesta di intervento da parte di uno psicologo è impensabile perché fonte di pregiudizi. Infine l’accessibilità è anche legata alla maggior flessibilità degli orari. In alcuni casi è possibile concordare le consulenze online anche il sabato o la domenica, ciò permette la possibilità di offrire un servizio anche a categorie di lavoratori atipici quali i viaggiatori, i lavoratori notturni. 

Inoltre, la consulenza online permette di poter pensare la continuità di un rapporto anche i fronte ad un cambio di residenza o nazione. 

L’Emergenza Coronavirus ha dato un forte impulso alla comunicazione per via telefonica e telematica  a tutti i livello, compreso quello all’intervento psicologico.

In questo particolare momento storico in cui si è costretti a restare a lungo in casa, la consulenza online permette di ricevere un supporto e un aiuto professionale nel rispetto dei principi deontologici “vincolanti per tutti gli iscritti all’Albo degli psicologi” (art. 1 C.D) che sono a tutela sia dell’utente/cliente che accede all’intervento, sia del professionista stesso che lo eroga. I principi del Codice Deontologico valgono anche per l’intervento sviluppato in forma telefonica o telematica. Infatti è sempre nel primo articolo del Codice Deontologico che si afferma che “Le stesse regole si applicano anche nei casi in cui le prestazioni, o parti di esse, vengano effettuate a distanza, via Internet o con qualunque altro mezzo elettronico e/o telematico.”

Le consulenze effettuate su Skype (https://www.skype.com/it) Zoom (https://www.zoom.us) Whatsapp (https://www.whatsapp.com) sono piattaforme private ma ad accesso gratuito per molte funzioni di base – che sono utilizzabili comodamente per attività di videochiamata; presentano tutte la caratteristica fondamentale di crittografare i dati in transito, così da garantire la sicurezza delle comunicazioni.

Si richiama infine l art. 24 C.D. volto a garantire il diritto dell’utente/cliente di esprimere un consenso informato. 

Perché la consulenza psicologica online?

La ricerca empirica, ha fornito una mole impressionante di dati riguardo l’efficacia degli interventi mediati dalle nuove tecnologie.

La consulenza psicologica online può permettere un valido supporto, efficace quando un colloquio psicologico tradizionale. Inoltre è conforme alle linee guida espresse dell’Ordine Nazionale degli Psicologi.

Nel seguito verrà riportato soltanto uno dei risultati più recenti, rimandando alla letteratura dedicata per gli eventuali approfondimenti (Haug, Meyer, & John, 2011; Kersting, Kroker, Schlicht, Baust, & & Wagner, 2011; Newman, Szkodny, Llera, & Przeworski, 2011; L. M. Ritterband et al., 2009; M. L. Ritterband & Thorndike, 2006; Sloan, Gallagher, Feinstein, Lee, & Pruneau, 2011).

L’importante lavoro di review pubblicato in una delle riviste internazionali più illustri, il Clinical Psychology Review di Gerard Andersson (Andersson, 2016) raccoglie i risultati degli ultimi 15 anni riguardo gli interventi psicologici e psicoterapeutici condotti via internet i quali si sono rivelati efficaci per un ampissimo spettro di condizioni psichiatriche e di sintomatologie somatiche in più di 100 studi controllati (RCT).

Inoltre anche l’ American Psychological Association (APA), l’Associazione più importante della psicologia a livello mondiale, ha studiato il fenomeno traendone risultati incoraggianti e di efficacia. In conclusione, molte persone vivono attualmente situazioni in cui gli aspetti relazionali, emotivi e organizzativi della propria vita quotidiana subiscono limitazioni e modifiche spesso problematiche; l’uso di canali a distanza può fornire un prezioso supporto, che può essere particolarmente rilevante.

Andersson, G., Internet-delivered psychological treatments. Annual Review of Clinical Psychology, 12, 157-179, 2016. 

Cipresso, P., & Riva, G., Personality Assessment in Ecological Settings by Means of Virtual Reality. In U. Kumar, The Wiley Handbook of Personality Assessment (pp. 240-248). New York, John Wiley & Sons, 2016. 

Donker, T., Petrie, K., Proudfoot, J., Clarke, J., Birch, M.-R., & Christensen, H., Smartphones for Smarter Delivery of Mental Health Programs: A Systematic Review. J Med Internet Res, 15(11), e247. doi:10.2196/jmir.2791, 2013 

Haug, S., Meyer, C., & John, U., Efficacy of an Internet program for smoking cessation during and after inpatient rehabilitation treatment: A quasi- randomized controlled trial. Addictive Behaviors (36), 1369-1372, 2011. 

Kersting, A., Kroker, K., Schlicht, S., Baust, K., & & Wagner, B., Efficacy of cognitive behavioral Internet-based therapy in parents after the loss of a child during pregnancy: Pilot data from a randomized controlled trial. Archives of Women’s Mental Health (14), 465-477, 2011. 

Newman, M. G., Szkodny, L. E., Llera, S. J., & Przeworski, A., A review of technology-assisted self-help and minimal contact therapies for drug and alcohol abuse and smoking addiction: Is human contact necessary for therapeutic efficacy? Clinical Psychology Review (31), 178-186, 2011. 

Ritterband, L. M., Thorndike, F. P., Gonder-Frederick, L. A., Magee, J. C., Bailey, E. T., Saylor, D. K., & & Morin, C. M., Efficacy of an Internet-based behavioral intervention for adults with insomnia. Archives of General Psychiatry, 38, 191- 204, 2009. 

Sloan, D. M., Gallagher, M. W., Feinstein, B. A., Lee, D. J., & Pruneau, G. M., Efficacy of telehealth treatments for posttraumatic stress-related symptoms: A meta-analysis. Cognitive Behaviour Therapy (40), 111-125, 2011. 

Riva, G., Baños, R. M., Botella, C., Wiederhold, B. K., & & Gaggioli, A., Positive technology: Using interactive technologies to promote positive functioning. CyberPsychology Behavior and Social Networking (15), 69-77, 2012. 

Rochlen, A.B; Zack, J.S.; Speyer, C.; (2004). Online Therapy: Rewiew of Relevant Definitions, Debates and Current Empirical Support. Journal of Clinical Psychology Vol. 60(3), 269–283.

Rochlen, A., Zack, J., & Speyer, C., Online therapy: Review of relevant definitions, debates, and current empirical support. J. Clin. Psychol., 60, 269-283. doi:10.1002/jclp.10263, 2004. 

Appuntamenti

Contattami per un appuntamento, di persona oppure online.